Il sole della Socialdemocrazia torna a scaldare i cuori da Lamezia Terme

Risorge dal cielo limpido di Lamezia Terme, perla della costa calabra, il sole della Socialdemocrazia: un astro che scalda il cuore di tanti italiani, da tempo  in cammino per riportare alla guida del Paese uomini e donne capaci di coniugare le sfide moderne con la grande tradizione di governo che i socialdemocratici esprimono in Europa e nel mondo.

Piero Lamberti. In apertura Lamezia Terme

E’ a Lamezia, in via Sant’Umile da Bisognano, che il 21 dicembre scorso il vicesegretario nazionale PSDI Piero Lamberti ed il segretario regionale Domenico Scagliola hanno inaugurato la nuova sede regionale del partito alla presenza di un folto pubblico. L’evento, cui ha fatto pervenire un suo personale messaggio il segretario nazionale Renato d’Andria, ha visto la partecipazione di numerosi esponenti locali di primo piano, a cominciare dall’avvocato ed ex senatore Francesco Molinari, che è stato presidente dell’associazione Calabria Terra Libera, e dall’imprenditrice agricola Fulvia Caligiuri, esclusa dagli scranni del Parlamento ma vincitrice del seggio assegnato per errore a Matteo Salvini.

«Emozione, orgoglio e speranza: con questi tre sentimenti – ha dichiarato commosso Lamberti, tenace protagonista della socialdemocrazia italiana – annunciamo la riorganizzazione ed il ritorno del PSDI in Calabria».
«Dopo mesi intensi, tesi alla ricostruzione di antiche amicizie e del tessuto organizzativo – spiega – è giunto il momento di concretizzare i nostri sforzi. Vogliamo lavorare per continuare a costruire un fervente laboratorio di idee, proposte, valori nel segno della libertà e della politica, soprattutto ora, in un momento, con i populismi che avanzano ovunque, assai delicato e al tempo stesso decisivo, non solo per l’Italia, ma per la Calabria in particolare».
Di qui la proposta socialdemocratica lanciata da Lamberti: «Siamo pronti per mettere in campo, anche in un tempo di rapidissime evoluzioni sociali, la cultura di governo socialdemocratica che possiede gambe solide e memoria lunga per guidare il futuro politiche e tecnologiche».

«A nome di tutto il PSDI – commenta il segretario nazionale d’Andria – ringrazio Piero Lamberti e i tanti che con lui hanno saputo dare vita a questa iniziativa, che rappresenta un importante tassello in quel cammino di ricostituzione del partito già da tempo avviato. Un’opera – tiene a sottolineare il segretario – che non può mai dirsi compiuta, perché si vale ogni giorno di sempre nuovi contributi di idee e dell’impegno personale di giovani e meno giovani, tuttora pronti ad unirsi al PSDI».

«Siamo consapevoli – conclude Renato d’Andria – che questo è un tempo di sfide, alcune di valenza epocale, e che per raccoglierle e vincerle occorrono idee forti, cultura di governo, capacità di interpretare i reali bisogni degli italiani e dare risposte, oltre ogni forma di demagogia o di populismo. Questo è il nostro primo impegno».

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *