ELEZIONI 2018 - D’ANDRIA: "SI FACCIA UN GOVERNO DEL PARLAMENTO"

ELEZIONI 2018 – D’ANDRIA: SI FACCIA UN GOVERNO DEL PARLAMENTO

Roma – A fronte dello stallo politico generato dalla legge elettorale e della prevedibile impossibilità di dar vita a maggioranze stabili di governo, il segretario PSDI Renato d’Andria rivolge alle forze politiche «l’invito a collaborare tutte, nessuna esclusa, per dar vita ad un “Governo del Parlamento”, unico sbocco possibile per la crisi di maggioranze ma, soprattutto, risposta vera alle intenzioni espresse dagli italiani col voto del 4 marzo».

«Non si tratta – tiene a precisare d’Andria, solo di una “grosse koalition” alla tedesca, ma di un progetto che va molto oltre. Il voto del 4 marzo – spiega – ha messo in luce due fondamentali elementi, finora poco analizzati. Il primo consiste nel ritorno massiccio degli italiani alle urne, dopo anni e anni di pauroso astensionismo. E questo, a nostro giudizio, è merito del ritorno ad un sistema prevalentemente proporzionale, che fa sentire tutti gli elettori rappresentati, a prescindere dal loro “peso” elettorale». «Il secondo elemento riguarda la precisa volontà espressa col voto dagli italiani, i quali, ben consapevoli del fatto che la nuova legge non prevede premi di maggioranza, hanno suddiviso “equamente” i loro consensi fra la coalizione di centrodestra, il M5S e il Partito Democratico. E’ dunque a queste forze che dobbiamo guardare ed alla loro capacità di trovare ampie convergenze durature per il bene dei cittadini, per lo sviluppo delle imprese e per l’affidabilità complessiva del Paese di fronte ai partner di Eurolandia. Questo è stato chiesto dagli italiani e questo le forze politiche sono chiamate a fare».

«Il capo dello Stato Sergio Mattarella – conclude il segretario PSDI – sarà sicuro interprete della volontà degli italiani e saprà affidare l’incarico a quella forza politica che sia in grado di superare il proprio interesse “particolare” di fronte alle esigenze reali delle famiglie e delle imprese».